Statuto

Art.1 Costituzione

1.1 - E' costituita l'Associazione di volontariato denominata:
"AUS NIGUARDA ASSOCIAZIONE PER L'UNITA' SPINALE DI NIGUARDA"
che in seguito sarà denominata l'associazione.
L'associazione adotta come riferimento la legge quadro del volontariato 266/91 e la legge regionale del volontariato 01/2008.
1.2 - I contenuti, la struttura dell'associazione sono ispirati a principi di solidarietà, di trasparenza e di democrazia che consentono l'effettiva partecipazione della compagine associativa alla vita dell'associazione stessa.
1.3 - La durata dell'associazione è illimitata.
1.4 - L'associazione ha sede in Milano nel CENTRO SPAZIO VITA NIGUARDA dell'ASST Grande Ospedale Metropolitano Niguarda.
1.5 - Il Consiglio Direttivo, con una sua deliberazione, può trasferire la sede nell'ambito della stessa città, nonché istituire sedi e sezioni staccate anche in altre città della Regione Lombardia. L'associazione si ispira agli articoli 1,2,3 della legge 266/91 e per il suo funzionamento promuove l'impegno volontario dei soci e se ne avvale; è Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale - ONLUS (D.L. 460 del 04/12/1997).

Art.2 Finalità

L'associazione, senza fini di lucro e con l'azione diretta, personale e gratuita dei propri aderenti, persegue azioni di orientamento e sensibilizzazione riguardo i temi dei diritti delle persone con lesione al midollo spinale nonché azioni di solidarietà sociale, nel campo dell'assistenza sociale e socio-sanitaria a favore di persone con lesione al midollo spinale.
L'associazione esaurisce le proprie finalità nell'ambito territoriale della Regione Lombardia.
2.1 - L'associazione, in considerazione del patto di costituzione intende supportare le attività dell'Unità Spinale Unipolare all'interno dell'Ospedale Niguarda Ca' Granda, ASST Grande ospedale Metropolitano Niguarda rifacendosi alle linee guide elaborata dalla FAIP (Federazione delle Associazioni Italiane Paraplegici) e intende realizzare le attività legate alla ricerca di soluzioni relative ai problemi di cura, riabilitazione e reinserimento sociale, familiare e lavorativo delle persone con lesione al midollo spinale operando, sia all'interno della struttura ospedaliera che all'esterno, ma sempre nell'ambito della Regione Lombardia. Tutte le attività ed iniziative intraprese dall'associazione sono ispirate a principi di pari opportunità e sono rispettose dei diritti inviolabili della persona, dettati dalla Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle Persone con disabilità, ratificata dallo Stato Italiano con Legge 3 marzo 2009,n.18.,
Tali attività si intendono rivolte alle persone ricoverate, esterne ed afferenti alla struttura.
2.2 - Per il raggiungimento delle finalità sancite in statuto, l'associazione si propone
1. Accogliere e sostenere con interventi di counseling i pazienti ricoverati in Unità Spinale e i loro familiari;
2. Fornire supporto di segretariato sociale in forma gratuita ai pazienti ricoverati e che afferiscono all'USU;
3. Organizzare attività di pet therapy, laboratori di arte e creta, laboratori di musica, di avviamento all'uso di ICT Technology presso il Centro Spazio Vita nonché presso i locali dell'Unità Spinale, laddove se ne rendesse necessaria la loro realizzazione.
4. Supportare e favorire percorsi di informazione e relative alle attività connesse dell'associazione;
5. Azioni di sensibilizzazione e promozione della cultura della disabilità in ambito scolastico;
6. Promuovere, avviare e sostenere attività sportive sia in fase di rieducazione (Sport terapia ) sia con avvio di corsi di addestramento; presso ASST Grande Ospedale Metropolitano Niguarda, sia in altre sedi predisposte per realizzare questo fine.
7. Supportare la gestione di corsi e centri di avviamento allo sport rivolte ai propri soci oltre che ai soggetti con fragilità, sensibilizzare la Sport terapia verso gli operatori professionali che lavorano con persone con disabilità.
8. Organizzare manifestazioni e tornei ed ogni altra attività sportiva che incrementi la pratica e lo sviluppo dello sport con persone con disabilità.
9. Aggiornare gli istruttori che si occupano degli sport dedicati a persone con disabilità.
10. Per la realizzazione di questi scopi l'associazione intende attivare contatti e collaborazioni con enti pubblici, associazioni e soggetti privati (quali CIP, CONI, Federazioni Olimpiche e Paralimpiche e Enti di Promozione Sportiva).
11. Promuovere azioni finalizzate a favorire l'empowerment della persona con lesione al midollo spinale.
12. Organizzare il tempo libero con attività ludico ricreative volte al perseguimento del benessere psico-fisico.
13. Realizzare stages sull'addestramento dell'autonomia personale, sulla conoscenza dei diversi strumenti o ausili adatti per ricercarla e ottenerla e facilitare la riacquisizione della propria identità;
14. Diffondere informazioni sulla legislazione e relativa consulenza in materia di diritti ed agevolazioni,
15. Realizzare seminari ed incontri sulla normativa in materia di eliminazione delle barriere architettoniche e sulle soluzioni tecniche atte a favorire il rientro nel proprio contesto abitativo, lavorativo o scolastico;
16. Raccogliere e divulgare informazioni sull'accessibilità turistica;
17. Realizzare iniziative di ricerca sul reinserimento sociale, familiare, scolastico e lavorativo partendo da uno studio sulle realtà esistenti e monitorando le stesse nel tempo.
18. Diffondere una corretta informazione sui temi ed eventi relativi alla disabilità attraverso l'utilizzo di mezzi di comunicazione o social network
19. Promuovere e supportare progetti di ricerca di base e clinica sulle lesioni del midollo spinale e quelli connessi alle problematiche delle persone con lesione al midollo spinale;

Per ognuno di questi ambiti AUS NIGUARDA intende attivare contatti e collaborazioni con enti, associazioni e privati.
Per i punti 6, 7, 8, 9 e 10 verranno effettuate convenzioni con Associazione Sportiva Dilettantistica affiliata ad una Federazione Paralimpica riconosciuta dal CIP (Comitato Italiano Paralimpico)
2.3 - Al fine di svolgere le proprie attività l'associazione si avvale in modo determinante e prevalente delle prestazioni volontarie, dirette e gratuite dei propri aderenti.
2.4 - L'associazione può svolgere attività commerciali e produttive marginali, nei modi e nei limiti della normativa vigente.
2.5 - E' fatto divieto di svolgere attività diverse da quelle istituzionali, ad eccezione di quelle ad esse direttamente connesse.

[...]