Progetto "Quattro ruote"

30.12.2019

"QUOTE E RUOTE" IL PROGETTO CHE MAPPA I SENTIERI DI MONTAGNA ACCESSIBILI ALLE CARROZZINE

Sembra scontato che quando si è costretti ad utilizzare una sedia a rotelle, molte cose, prima normali, diventino completamente inaccessibili, anche solo girare per le vie delle grandi città, purtroppo piene di barriere architettoniche, diventa una sfida giornaliera, non parliamo di fare una vacanza o farsi un bagno al mare... per fortuna sempre di più le spiagge che si stanno attrezzando per venire incontro alle necessità anche delle persone con disabilità... Un esempio Sardegna apre la prima spiaggia per i malati di Sla e gravi disabilità.Ma invece, le montagne a che punto sono con l'accessibilità?Corre in soccorso "Quote e Ruote" un bellissimo nuovo progetto per fare chiarezza e rendere accessibile a tutti, con i senza disabilità, una sana gita in montagna.
infatti la sezione Cai di Bergamo ha lanciato questa nuova iniziativa che prevede la mappatura di tutti i sentieri escursionistici delle alpi Orobiche, per creare un elenco dettagliato di quali sono i percorsi che possono essere tranquillamente percorsi anche dalle persone con disabilità motoria, in questo caso specifico, con la sedia a rotelle,
come spiega uno degli ideatori del progetto, Massimo Lui, andare in montagna, significa godere delle bellezze dell'ambiente e della natura, stare all'aperto, divertirsi con gli amici,
per le persone in carrozzina è quasi sempre proibitivo, non sanno che strada troveranno, se il sentiero sarà accessibile o abbastanza largo...da qui l'idea di supportare le persone il sedia a rotelle non facendogli guardare le montagne solo da lontano, ma promuovendo una guida pratica che permetta ai disabili di spostarsi in tranquillità e scegliere i percorsi più sicuri o attrezzati al meglio, sostenendo anche una maggiore cultura e rispetto della disabilità in contesto montano.La tecnologia oggi è infatti in grado di fornire strumento sempre più avanzati per permettere alle persone in carrozzina di affrontare delle passeggiate su sentieri di montagna:
non solo la carrozzina manuale ma anche sedie a rotelle a trazione integrale che riesco ad andare quasi ovunque, o carrozzine T-Rocks e Triride progettata appositamente per spostarsi anche su percorsi "fuori pista" rispetto alle strade asfaltate. Le possibilità ci sono, quello che manca è la sensibilità rispetto alla disabilità, proprio per questo motivo nasce il progetto "quote e ruote" che viene presentate proprio oggi 12 Luglio durante l'evento del Cai di Bergamo "Cammina Orobie - In montagna insieme con passo diverso" che si tiene a Grone
oltre alla mappatura del territorio si è parlato anche della possibilità di istruire appositi servizi per la fornitura e il noleggio di idonei ausili per muoversi in montagna per essere utilizzati durante le escursioni con l'eventuale assistenza di una guida preparata.
Perchè anche una passeggiata nei boschi e una giornata immersi nella natura, torni ad essere una cosa normale e facile, anche per chi ha una disabilità motoria.

articolo tratto da positizie.com